Orto

PIANTE AROMATICHE

Le piante aromatiche si caratterizzano per il loro odore intenso e spesso gradevole per l’uomo. La percezione di tali aromi è dovuta alla presenza di sostanze chiamate “oli essenziali” che hanno in natura divese funzioni (attrazione, repellente per insetti, etc.). Buona parte delle piante più utilizzate, quali: timo, salvia e rosmarino, sono piccoli arbusti sempreverdi, che prediligono posizioni soleggiate.

Lavoriamo bene il terreno dell’appezzamento in cui desideriamo coltivarle, aggiungendo del substrato ricco e dello stallatico; livelliamo bene il terreno ed inumidiamolo a fondo; quindi seminiamo la pianta aromatica da noi scelta.

Per avere sempre piante fresche possiamo anche praticare la semina a scalare: non appena la prima semina è pronta per il raccolto seminiamo delle altre piante, in modo da utilizzare sempre piante aromatiche giovani.

BASILICO GENOVESE

basilico Il basilico coltivato in ambienti parzialmente ombreggiati produce in misura inferiore ma ne viene esaltato il profumo delle foglie. Nel periodo che precede la fioritura è utile asportare i germogli apicali‚ questo permetterà alla pianta di crescere maggiormente. La pianta è eretta con foglie verdi e brillanti, di forma ovale, molto aromatico. Coltivabile in serra o in campo aperto da aprile in poi.

BASILICO A FOGLIA ROSSA

basilico a foglia rossa Predilige zone soleggiate questa pianta dalle foglie di colore rosso rubino intenso molto profumate. Può essere usato come il basilico normale in particolare per contorni colorati e aromatici.


BASILICO GRECO A PALLA

basilico greco a palla Pianta nana cespugliosa con foglie piccole verdi profumate che ben si adatta ad essere coltivata in vaso. Specie amante del calore, teme infatti il freddo e le gelate.


BORRAGINE

borragine La borragine (Borago officinalis) è una pianta erbacea, spesso coltivata come annuale, può raggiungere l'altezza di 80 cm. Ha foglie ovali ellittiche, picciolate, che presentano una ruvida peluria di color verdi-scure. I fiori presentano cinque petali, disposti a stella, di colore blu-viola. Le foglie giovani sono variamente impiegate in cucina. L'uso tradizionale è allo stato cotto delle foglie, che vengono utilizzate in molti piatti regionali per minestroni, ripieni per ravioli e pansoti in Liguria, torte e frittate.
L'uso alimentare della borragine, allo stato crudo e in grandi quantità, è però sconsigliato.


MAGGIORANA

maggiorana Pianta perenne, legnosa alla base, con fusti eretti alti 25-90 cm. Le foglie sono piccole, opposte, picciolate, dotate di leggera peluria, verdi su ambo facce, intere e a margine liscio.I fiori sono bianco rosati, odorosi, ascellate da brattee concave. La fioritura avviene nei mesi più caldi. Simile all’origano ma molto più pepata, usata in cucina perfetta con verdure, carni, pesci, formaggi freschi e anche sulla pizza


ORIGANO

origano Essa è molto nota per il suo uso culinario, e terapeutico per via del suo profumo inconfondibile e dei suoi principi attivi che la rendono un potente antisettico, analgesico ed espettorante. L’origano è una pianta dal portamento arbustivo e cespuglioso. Il suo fusto è di forma quadrangolare ed eretto. La sua altezza varia dai 50 agli 80 cm, particolarmente ramificato.


PREZZEMOLO COMUNE

prezzemolo comune Varietà a stelo medio piccolo e con foglia piccola di colore verde medio. Molto profumato e aromatico. Resistente al gelo.


PREZZEMOLO RICCIO

prezzemolo riccio Pianta aromatica, rustica, molto produttiva dal ciclo medio-precoce. Gli steli eretti e robusti portano foglie molto ricce dal colore verde scuro e dall'intenso profumo.


RUTA

ruta La ruta è una pianta erbacea di natura perenne, essa presenta dei fusti erbacei che arrivano alla lunghezza di 80-100 cm. Le foglie della Ruta, di color verde-glauco, comune sono tripennate e suddivise in più lacinie dal profumo molto intenso. Le infiorescenze prodotte dalla Ruta Comune sono di dimensioni molto piccole, esse non sono molto ornamentali o appariscenti. I fiori si presentano di colore giallo riuniti in infiorescenze a corimbo. Essi sbocciano dal mese di giugno sino a quello di settembre.


SALVIA

salvia La Salvia è un arbusto sempreverde, appartenente alla famiglia delle Lamiaceae; si tratta di una pianta utilizzata sia per scopi alimentari che terapeutici, oltre a quelli ornamentali. Possiede un portamento cespuglioso ed è in grado di raggiungere un’altezza di circa 70 cm. Le foglie hanno una forma ovale e sono dicolore verde tendente al grigio: nella parte superiore si presentano vellutate, ruvide in quella inferiore dove si trovano nervature visibili, da cui viene estratto un olio essenziale. La Salvia produce fiori ermafroditi, di tonalità violacee.


STEVIA

stevia E' una piccola erbacea arbustiva, perenne della famiglia dei crisantemi, nativa delle montagne fra Paraguay e Brasile. Ha una straordinaria capacità dolcificante: nella sua forma naturale è circa 10/15 volte più dolce del normale zucchero da tavola. Una sola fogliolina fresca sprigiona sul palato, dopo qualche istante, una fortissima sensazione dolce e resta alla fine un lieve retrogusto di liquirizia.


TIMO

timo maggiore l Timo maggiore si presenta sottoforma di arbusto, dalle piccole dimensioni, particolarmente ramificato. In genere è alto circa 40 cm e largo 30 cm. Dagli steli legnosi, nascono foglioline color verde-grigio, dalla forma lanceolata e generalmente lineare. Sono queste ultime, utilizzate in cucina, che conferiscono alla pianta la caratteristica di natura aromatica. Le infiorescenze del Timo maggiore, sono color rosa, bianco o anche lilla.